nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
PRESIDENTE GEOECO, BRANCACCIO:' FETENZIA CON LA FIRMA DI IODICE E MUNNO'


Il consigliere regionale Angelo Brancaccio interviene sulla prossima elezione del presidente del Consorzio Geo Eco e dice testualmente: “Con sommo rammmarico continuo a sentire da più che il prossimo quattro gennaio si svolgerà l’assemblea del Consorzio rifiuti GeoEco, nel corso della quale sembra che un gruppo trasversale di sindaci voterà il presidente e il nuovo cda del consorzio stesso sulla scorta di un accordo di mero potere e in dispregio a qualsiasi elementare regola della politica. Un accordo di potere, consociativistico, immorale e squallido, scritto con le mani peggiori della politica e finalizzato alla spartizioni di poltrone e prebende a familiari e uomini di fiducia di circa undici sindaci, di centrodestra e centrosinistra, dell’ambito del consorzio. Mi dispiace che a sottoscrivere, nell’angolo di qualche bar e ristorante, questa “fetenzia” di accordo figurino anche primicittadini del mio partito quali Iodice e Munno. Mi sono dichiarato da tempo a favore di un accordo bipartisan che prevedesse regole certe, modifiche statutarie di garanzia per tutti gli schieramenti politici, con maggioranza e minoranza rappresentate negli organi di gestione. Organi a loro volta eletti sulla scorta di un piano programmatico serio e aderente alla realtà di questi enti che amministrano servizi importanti per le collettività. Invece è stato fatto esattamente l’opposto. Si è ragionato solo di spartizione e di come collocare (leggi sistemare) familiari e amici nei posti che contano. Tutto questo mi preoccupa perché c’è in gioco la vita di un consorzio che negli ultimi tempi è passato agli onori della cronaca per le spese folli che hanno causato un disavanzo di gestione di alcuni milioni di euro. E il tutto avviene sulla pelle di circa quattrocento dipendenti e loro famiglie. E’ ancora più inquietante il silenzio del segretario provinciale del mio partito, Ubaldo Greco. Al quale chiedo ufficialmente di intervenire in modo chiaro ed inequivocabile sulla vicenda per sgombrare il campo da sospetti di colpevoli complicità. Se ciò non dovesse avvenire sarò costretto ad interpellare il segretario regionale Nappi e a chiedere una convocazione d’urgenza della direzione provinciale per chiarire la scandalosa faccenda che di politica non ha assolutamente niente. Infine chiedo pubblicamemte ai leader del centrodestra (Cosentino, Giuliano, Zinzi, Landolfi, Ventre) se anche a loro sta bene questo accordo “letamaio” dal momento che non ho letto alcuna loro voce di dissenso. Non sono informati? Lo escludo nella maniera più assoluta! “

 
· Inoltre Enti e Comuni
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Enti e Comuni:
CASERTA, INIZIATIVE: IL DIESSINO BASSOLINO PREMIA L'AZZURRO VENTRE

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it