nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
PROVINCIA: VENTRE DENUNCIA A PM DEGRADO REGI LAGNI


Nell’ambito dell’operazione di tutela e salvaguardia del territorio voluta dal presidente Riccardo Ventre, il Settore Ambiente della Provincia di Caserta ha inoltrato alla Procura della Repubblica un’ informativa nella quale si segnala lo stato di degrado dell’impianto di depurazione dei Regi Lagni, degenerato nella giornata di ieri in un vasto incendio che ha interessato anche le abitazioni situate in località Quarto di Basso di Villa Literno, comune che ospita il depuratore. Lo staff tecnico del Settore Ambiente ha effettuato nella giornata di lunedì 8 settembre un sopralluogo presso il succitato impianto, contestando ai gestori dello stesso alcune irregolarità nel funzionamento della struttura e nell’ambito del processo di stoccaggio dei fanghi. Già lo scorso 4 settembre due invasi, uno di 3.500 e l’altro di 8.500 mq, furono oggetto di incendio, causando notevole disagio per i residenti che hanno le rispettive abitazioni immediatamente a ridosso dell’impianto. In data 6 settembre anche un altro invaso di 14.000 mq è stato interessato da un vasto rogo che ha fortemente inciso, soprattutto per le notevoli quantità di fumo sprigionate, sulla pubblica incolumità. Inoltre il Settore Ambiente ha segnalato nell’informativa indirizzata alla Procura che le tre aree utilizzate per lo stoccaggio provvisorio di fanghi, si presentavano prima dell’incendio, coperte da una folta vegetazione spontanea che è stata senza dubbio agente veicolare del propagarsi dello stesso. Di qui i tecnici di corso Trieste fanno notare che il quantitativo di fanghi stoccato, pari a 100.000 tonnellate, è decisamente superiore alla capacità ricettiva degli invasi. A spiegare la comunicazione all’Autorità giudiziaria si aggiunge anche la preoccupazione che l’attuale stato delle strutture possa inquinare pericolosamente il sottosuolo.

 
· Inoltre Ambiente
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Ambiente:
EMERGENZA RIFIUTI: I DANNI IN CAMPANIA DELLA GESTIONE BASSOLINO

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it