nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
SITO ECOBALLE A SANTA MARIA LA FOSSA (CASERTA) DI NUOVO SOTTO SEQUESTRO


Prima il sequestro, poi il dissequestro e le voci insistenti di un nuovo sequestro che sarebbe stato eseguito « sulla carta » ma non nella sostanza, almeno fino alla tarda serata di ieri. La notizia circolata nel primo pomeriggio di ieri aveva sollevato gli abitanti di Santa Maria La Fossa che stanno vivendo fasi alterne per le sorti del sito di stoccaggio di ecoballe in località « Pozzo Bianco » , ma soprattutto il gruppo di cittadini che da giorni protesta per dire no allo sversamento dei rifiuti. Il sito, già posto sotto sequestro una volta dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere dal pool per i reati ambientali coordinato dal procuratore aggiunto Paolo Albano, era stato dissequestrato l'altro giorno ma gli inquirenti avrebbero comunque costantemente monitorato gli sviluppi di eventuali danni per l'ambiente. Una situazione in continua evoluzione con contatti senza interruzione con il territorio e le verifiche su ulteriori accertamenti. Come si ricorderà, la Procura aveva avviato indagini in due direzioni chiedendo l'accertamento di nuovi esami di tipo chimico sulla composizione delle ecoballe depositate sul sito di stoccaggio ( peri zia affidata all'azienda sanitaria locale Caserta 2 con l'ausilio degli agenti di polizia municipale del Comune di Santa Maria la Fossa) e la verifica del rispetto della normativa sulla realizzazione dell'impianto stesso. Vale a dire, anche l'altezza delle piazzole costruite fino a questo momento e che sono appena due rispetto alle cinquanta previste. Intanto, anche ieri sono proseguiti gli sversamenti di ecoballe: « Pozzo Bianco » ne può ospitare almeno sessantamila. Il rischio, paventato dagli abitanti della zona, ma nulla più di un timore, è che molte di esse potrebbero lasciar fuoriuscire percolato. Ma le ecoballe sono ormai a norma e dunque non rappresentano alcun pericolo, infatti, non ci si riesce a spiegare il perché della protesta. Per i manifestanti, che continuano a presidiare la zona, lo sversamento violerebbe le norme in tema d'inquinamento ambientale. La nuova emergenza, come succede in questi casi, ha fatto innestare numerosi interventi a livello politico istituzionale. Il Commissario straordinario ai rifiuti della Campania aveva auspicato l'immediata riapertura dell'impianto sostenendo l'impossibilità di trovare altre soluzioni evidenziando i poteri attribuitigli per legge, che consentono interventi da parte del Commissario, quando siano in corso vicende giudiziarie, per ripristinare la funzionalità degli impianti. Le ecoballe confluiranno nel sito di Santa Maria La Fossa, sempre a dire di Catenacci, per almeno tre mesi periodo di tempo che servirà al Commissario per individuare altri siti alternativi. Intanto, parlamentari, sindaci dell'Agro, comitati civici e parroci continuano ad essere contrari alla localizzazione a Santa Maria la Fossa del sito per lo stoccaggio dei rifiuti trattati. Lo sversamento delle ecoballe prevede comunque una quota di ristoro per il comune di Santa Maria La Fossa: al momento l'acconto ricevuto dall'amministrazione comunale è di oltre un milione di euro ma ciò non ha impedito al sindaco Bartolomeo Abbate di muovere critiche sui metodi utilizzati nei confronti dei sindaci nell'ultima riunione in Prefettura con Guido Bertolaso e Corrado Catenacci.

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it