nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CASERTA: POLEMICHE SU SMS ANTI-BERLUSCONI INVIATO DA DI PM S.MARIA C.V.


Un sms scherzoso, inviato dal segretario dell'Anm Carlo Fucci (pubblico ministero a Santa Maria Capua Vetere, Caserta) sul caso del cavaletto scagliato contro il premier Silvio Berlusconi ha messo in moto una serie di reazioni politico-giudiziarie. "E' vero, quell'sms l'ho mandato ad alcuni colleghi ma mi è stato inviato" ammette Fucci". Sì, ma la domanda che si pongono in molti è: l'ha per caso inviato un altro magistrato?.
Dunque, nel giorno in cui l'Anm annuncia protesta per l'inaugurazione dell'anno giudiziario, la Cdl compatta ne attacca il segretario Carlo Fucci. L'accusa: aver inviato nei primi giorni di gennaio un sms ironico in difesa dell'aggressore del premier, Roberto Dal Bosco: "Partecipa anche tu all'iniziativa 10 centesimi per un nuovo cavalletto al mantovano che ha colpito Berlusconi". La maggiornza indignata per il "gesto gravissimo" invoca a gran voce l'intervento del capo dello Stato, in qualità di presidente del Csm, e chiede al ministro della Giustizia di avviare un'indagine per l'eventuale azione disciplinare. E il Guardasigilli in serata avverte: ha già messo al lavoro il capo degli ispettori Giovanni Schiavon e si riserva di assumere tutte le iniziative del caso. Anche se "resta lo sconcerto" per il fatto che dei magistrati anche con ruoli di primo piano "non riescono a discernere in quali casi e in quali modi sia lecito scherzare e in quali nò. Gran parte del centrosinistra e delle toghe solidarizzano con Fucci e attaccano la Cdl. A dar fuoco alle polveri è il casertasette capogruppo di An in commissione Giustizia Sergio Cola che, nel primo pomeriggio, invia una nota alle agenzie per denunciare il fatto che "un magistrato avrebbe inviato un sms ai suoi colleghi per sollecitare la destinazione di 10 centesimi a favore del giovane che la sera della fine dell'anno aggredì con il treppiede della sua macchina fotografica il presidente del Consiglio". Questo magistrato, assicura Cola, sarebbe il segretario dell'Anm Carlo Fucci. E a raccontarglielo sarebbero stati alcuni dei magistrati destinatari dell'sms. Immediata scoppia la polemica. Il ministro per le Riforme Roberto Calderoli dichiara che, qualora risultasse vera la notizia, immediati dovrebbero essere gli interventi di Ciampi e Castelli. Mentre la responsabile Giustizia della Lega Carolina Lussana non vede alternative: o Fucci smentisce o si deve dimettere cambiando, se possibile, anche Paese. Il coordinatore di FI Sandro Bondi chiede invece chiarimenti e afferma che "a leggere le rivelazioni di Cola e l'ammissione imbarazzata di Fucci non si sa se ridere, piangere o indignarsi...". Fucci infatti a metà pomeriggio ammette: ha inviato l'sms, ma non l'ha scritto lui. L'ha ricevuto come migliaia di altre persone e rivendica il fatto che si trattava di uno scherzo. Poi, in un secondo momento e con una dichiarazione scritta, ribadisce di aver già stigmatizzato il 2 gennaio l'aggressione subita dal premier. Anche il presidente dell'Anm Bruti Liberati interviene e dà atto "che il pensiero del collega è quello della netta stigmatizzazione dell'aggressione" al premier. Mentre il togato del Csm Francesco Menditto minimizza: "Anche io ho ricevuto l'sms e l'ho rinviato. Non è un'incitazione all'odio, ma è solo uno scherzo". Le acque però non si calmano. Anzi. Il vice coordinatore di Fi Fabrizio Cicchitto non esita a dire che il segretario dell'Anm "ne fa più di Carlo in Francia" e lo accusa di "non essere nuovo a uscite molto al di sopra dei toni e dei limiti di decenza istituzionale". Fucci infati fu già al centro della bufera l'anno scorso, quando al congresso di Venezia dell'Anm, parlò di 'fascistizzazione' delle magistratura a proposito della riforma dell'ordinamento giudiziario voluta da Castelli. Anche il portavoce di An Mario Landolfi chiede le dimissioni del magistrato, mentre il ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri ipotizza che Fucci sia deluso perché "in realtà quello che voleva era la morte di Berlusconi". Per il neo-sottosegretario alla Giustizia Luigi Vitali (FI), invece, dietro al gesto di Fucci si nasconderebbe la voglia del sindacato delle toghe di arrivare allo scontro "proprio alla vigilia dell'inaugurazione dell'anno giudiziario". Silenzio infine dall'Udc. Nessun esponente centrista vuol prendere parte alla polemica. Ma non è così per il centrosinistra, che attacca la Cdl e parla di "critiche strumentali". "Berlusconi - dichiara la responsabile Giustiia dei Ds Anna Finocchiaro - si è comportato seriamente. Ora i suoi parlamentari evitino di scivolare nel patetico...". Più duro il giudizio del diessino Francesco Bonito che rivolge la sua "sbigottita solidarietà" a Fucci "eroico combattente e reduce dell'Anm" e non esita a definire la vicenda come "l'ennesima tragicommedia". Il responsabile Giustizia della Margherita Giuseppe Fanfani, invece, invita la Cdl ad una maggiore "prudenza" nelle dichiarazioni e ricorda che "solo le dittature hanno paura della satira". Decisamente più aspri i toni di Marco Rizzo (Pdci) che sospetta di essere sulla soglia di un "penoso maccartismo all'amatriciana" e del leader dell'Idv Antonio Di Pietro che non esita a definire quella di Cola "una grave violazione della privacy". "E' evidente - aggiunge - che si sta strumentalizzando la vicenda per sferrare l'ennesimo attacco ai magistrati". Una tesi questa che convince anche Guido Calvi (Ds) secondo il quale "questi attacchi sembrano un pretesto per riaprire lo scontro sui temi della giustizia e della riforma". E mentre Paolo Cento (Verdi) osserva che la "polemica sul niente di oggi" rischia di "smentire il gesto civile della telefonata del premier al suo aggressore", il capogruppo dell' Udeur alla Camera, Mauro Fabris, definisce 'esilaranti' le reazioni delle Cdl e invita Berlusconi a seguire l'esempio di Totti: pubblicare un libro con le battute sul suo conto. Voce fuori dal coro quella del responsabile Giustizia dello Sdi Enrico Buemi: "Se è vero l'episodio di Fucci sarebbe davvero grave. Speriamo si tratti di un equivoco".

I nomi ricercati dalle ultime notizie in Italia: Carlo Azeglio Ciampi Abu Mazen Howard Hughes Santa Caterina Martin Scorsese Novi Ligure Reggio Emilia Nicola Arigliano Hopman Cup

 
· Inoltre Cittadini e Giustizia
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cittadini e Giustizia:
CASERTA: POLEMICHE SU SMS ANTI-BERLUSCONI INVIATO DA DI PM S.MARIA C.V.

Punteggio medio: 3
Voti: 28


Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it