nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
ARRESTO "NONNA" CLAN: L'ANZIANA TORNATA IN ITALIA PER COSTITUIRSI


Sarà interrogata nei prossimi giorni Paolina Gravano, la donna 73enne, di Mondragone (Caserta), madre del boss Augusto La Torre, considerato ai vertici dell'omonimo clan, arrestata nella serata di ieri dai carabinieri all'aeroporto di Capodichino. La donna è stata trasferita subito dopo l'arresto nel carcere di Pozzuoli. Nei suoi confronti, il 15 marzo scorso, era stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare in carcere con l'accusa di estorsione in concorso con lo stesso figlio Augusto, detenuto, collaboratore di giustizia, studente universitario, iscritto al secondo anno della Facoltà di psicologia della Seconda Università degli Studi di Napoli. Paolina Gravano si è di fatto consegnata ai militari appena scesa dall'aereo, proveniente da Londra-Gatwick, insieme con i due nipoti, un maschio e una femmina, entrambi adolescenti, figli di Augusto che sono stati accompagnati dagli stessi carabinieri in una località segreta. I ragazzi, dal febbraio del 2003 sono sottoposti a un programma di protezione perché il padre, pur avendo commesso reati durante il periodo di detenzione e di collaborazione con la giustizia, ha confermato poi le accuse all'organizzazione rese alla Dda e durante i processi. Paolina Gravano da circa un anno era in Scozia ospite del figlio, Antonio, altro esponente di vertice dell'organizzazione camorristica, nei cui confronti pende un ordine di cattura internazionale non ancora eseguito dalle autorità inglesi, per reati contro il patrimonio e la persona. La donna, d'intesa con il figlio Augusto, aveva compiuto estorsioni ai danni dei titolare di una gioielleria e di un caseificio di Mondragone. Nei confronti del boss era stato emesso nel marzo scorso un ordine di custodia cautelare in carcere e disposta la revoca della protezione e dei benefici concessi ai collaboratori di giustizia.

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it