nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
MACRICO, CASA FRATELLI TUTTI, PRIME DIMISSIONI: MALATESTA SOSTITUISCE PARRETTA

Caserta, 15 settembre 2022 – A pochi mesi dalla costituzione della Fondazione «Casa Fratelli Tutti» si registra già una sostituzione nel Cda, come riporta anche agenparl: il dimissionario Vincenzo Parretta, commercialista che troppo presto ha lasciato la carica di componente sostituita con una new-entry, ovvero il neo consigliere Gaetano Malatesta, immobiliarista con attività anche nella Capitale. Nei giorni scorsi sono circolate anche voci su una impossibilità di estrarre la mappa catastale per un vincolo sulle particelle del Macrico, legato questioni di natura militare o addirittura, come sostiene qualcuno, di alte coperture istituzionali. Sulla vicenda però vige un particolare silenzio e l’argomento stenta a decollare nelle cronache quotidiane. Intanto, una delegazione ufficiale del Comitato MACRICO ha incontrato, lunedì 12 settembre scorso, il Vescovo Pietro Lagnese, il Presidente della Fondazione Casa Fratelli Tutti, Mons. Giovanni Vella, il Presidente dell’IDSC, don Antonello Giannotti e il segretario della Fondazione, Elpidio Pota. Nell’incontro – si legge nel comunicato a firma di Tanzarella e Caiola- - cordiale e in spirito di collaborazione, i rappresentanti del Comitato hanno ribadito la loro preoccupazione per la perdurante inerzia dell’Amministrazione Comunale riguardo alla destinazione urbanistica dell’area. L’unica garanzia per la realizzazione del parco verde di cui Caserta ha sempre più bisogno è la totale inedificabilità, con il solo recupero delle costruzioni già esistenti, ben 230.000 metri cubi: quantità più che soddisfacente, anzi sovrabbondante, rispetto alla mancanza di attrezzature sociali, sportive, culturali della città. Come più volte ribadito, si tratta di una delibera totalmente a costo zero, che costituisce vincolo conformativo e quindi non comporta alcun onere espropriativo. Il Comitato ha riaffermato anche alla proprietà e alla Fondazione che la qualifica dell’area F2 è prioritaria a qualsiasi Piano particolareggiato o progettazione e che è l’unica conforme ai vincoli storico-artistici apposti all’area dal Ministero della Cultura. Il Vescovo Pietro Lagnese ha ribadito la volontà della Diocesi di preservare il Macrico da ogni speculazione e cementificazione, rispondendo alla richiesta che la città porta avanti da ben 21 anni attraverso il Comitato Macrico. Nei prossimi giorni sarà organizzata un’assemblea pubblica per rendere noti alla cittadinanza i passi compiuti e i pericoli che incombono tuttora: sarà l’occasione per chiedere, ancora una volta, al Consiglio Comunale, la delibera di Variante al Piano Regolatore Generale che attesti la destinazione urbanistica F2 - Verde di uso pubblico, totalmente inedificabile.

 
· Inoltre Religione
· News di Redazione


Articolo più letto relativo a Religione:
CONCLAVE VATICANO, CHI E' IL CASERTANO SEPE: CARDINALE ELETTORE

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it