nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
REGIONE CAMPANIA *TELEX*: I FLASH SU POLITICA, SANITA', SPORT, AMBIENTE

Campania, 25 maggio 2017 (Casertasette - Telexnews.it) - Maddaloni, Zinzi presenta lista Forza Italia * Lusciano, lettera aperta dei genitori di Villa dei Cedri contro chiusura *Svolta per i Bros, siglata convenzione per l'inserimento lavorativo * Maddaloni, Petrone lancia compostaggio comunità Stadio Collana, 5 Stelle. giunta regionale senza * Caserta, Solino: ora pressione democratica per emendamento in parlamento * Ospedale Caserta, Ferrante nuovo direttore generale * Regione Campania finalista al premio OpenGov Champion * Assunzioni Asl Caserta, Borrelli: attendiamo esito indagine interna - (SEGUONO TESTI)

Roma, 25 maggio 2017 (Casertasette - Telexnews.it) - Il caso più clamoroso sono stati gli Uffizi, dove lo storico direttore Antonio Natali ha ceduto il passo a un esperto di arte fiorentina in arrivo da Friburgo in Brisgovia, Eike Schmidt. Ma il cambiamento è stato forte anche per Capodimonte, dove si è insediato il francese Sylvain Bellenger, e per la Pinacoteca di Brera, dove è arrivato l'inglese James Bradburne. Il 18 agosto 2015 Franceschini ha annunciato i nomi dei direttori scelti per i musei al top del patrimonio pubblico italiano - ai quali poi se ne sono aggiunti altri 12 - e la lista dei magnifici 20, con ben 7 stranieri, è piombata come una bomba sulla cultura italiana. Un meccanismo che oggi vacilla dopo le sentenze di annullamento di alcune nomine da parte del Tar del Lazio. Il ministro, che la riforma dei musei l'ha fortemente voluta, parlò allora di cambiamenti "attesi da anni", rivendicando "l'altissimo valore scientifico" delle sue scelte, sostenute dal lavoro della commissione di esperti guidata da Baratta. "E' una svolta", disse. Ma la polemica, anche politica, non tardò a scoppiare. Se Vittorio Sgarbi, assessore alla rivoluzione nelle Marche, gli rimproverò di mortificare le sue truppe, ci fu anche chi come il leghista Buonanno lo accusò addirittura di "vendere l'Italia agli stranieri", mentre critiche arrivarono anche da Forza Italia a Cinque Stelle. A favore della rivoluzione si schierarono invece Confindustria Cultura e Fai. Ai 7 professionisti cooptati dall'estero sono stati affidati musei tra i più importanti in assoluto, dagli Uffizi a Brera, da Capodimonte alla Galleria Nazionale di Urbino. Di fatto una scelta voluta nonché annunciata dal governo quando il premier Renzi annunciò che il bando sarebbe stato pubblicato sull'Economist. Via quindi a Schmidt per gli Uffizi, 47enne esperto di arte fiorentina. Tedesca anche pure Cecile Hollberg, storica e manager della cultura che dirige, sempre a Firenze, la Galleria dell'Accademia. A Brera la gestione è stata affidata al museologo e manager culturale James Bradburne, 59 anni, ex direttore di Palazzo Strozzi, canadese di cittadinanza britannica, già direttore della Fondazione Palazzo Strozzi. Al Palazzo Ducale di Mantova è arrivato l'austriaco Peter Assman. E ancora, a Capodimonte lo storico dell'arte francese Bellenger, 60 anni, grande esperto internazionale, al Parco archeologico di Paestum il tedesco Gabriel Zuchtiregel, mentre per la splendida Galleria Nazionale delle Marche di Urbino è stato scelto l'austriaco quarantenne Peter Aufreiter, storico dell'arte. Ed anche per il manager della Reggia di Caserta, Mauro Felicori, contro il quale era stato presentato un ricorso dalla collega Affanni - che quest''ultima ha perso - si prospetta un appello al Consiglio di Stato. Renzi, a margine della vicenda sui direttori rimossi ha detto 'dovevamo cambiare anche i Tar', ma per Felicori da lui sponsorizzato vale lo stesso?

campania renzi legislazione assessorato regione vincenzo de luca giunta giunta web presidenza regionale beni culturali salerno consiglio politica assessore trasporti appaltopoli ente politica governo napoli


Follow Casertasette on Twitter

 
· Inoltre Enti e Comuni
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Enti e Comuni:
CASERTA, INIZIATIVE: IL DIESSINO BASSOLINO PREMIA L'AZZURRO VENTRE

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it