nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CAMPANIA: RIFIUTI, PUZZA E MUNNEZZA: PRESCRIZIONE IN APPELLO PER BASSOLINO

Napoli (Regione Campania) - 22 maggio 2017 (Casertasette - Telexnews.it) - Il processo d'Appello sul Munnezza Gate a carico dell'ex Governatore Antonio Bassolino ed altri (assolti in primo grado) potrebbe ribaltarsi con un'assoluzione ma per intervenuta prescrizione. E' quanto chiesto dal Pg per Bassolino & Company che a questo punto rischiano di essere destinatari di un risarcimento danni. Dopo la sentenza che quattro anni fa mandò assolti i 28 imputati con una formula che andò oltre le richieste della pubblica accusa entrando nel merito delle tesi degli inquirenti, «perché il fatto non sussiste» e «perché il fatto non costituisce reato», il processo si è aperto davanti ai giudici della quarta sezione della Corte di Appello. La procura ha impugnato la sentenza di primo grado chiedendo l'assoluzione degli imputati per prescrizione e non con la formula piena. Circostanza che lascerebbe ancora aperta la strada alle varie azioni civili che pendono da questa vicenda giudiziaria, relative tra l'altro a presunte inadempienze e competenze per lo smaltimento delle ecoballe. Sotto processo con Antonio Bassolino, ex governatore della Campania e commissario straordinario per l'emergenza rifiuti tra il 2000 e il 2004, l'ex manager di Impregilo Piergiorgio Romiti, l'ex ad di Fibe Armando Cattaneo, l'ex direttore generale di Fibe Angelo Pelliccia e l'ex sub commissario Raffaele Vanoli, l'ex subcommissario ai rifiuti Giulio Facchi, e sette ex capi di impianti di cdr. Truffa, frode in pubbliche forniture, falso sono tra i capi di imputazione a vario titolo contestati. L'inchiesta, avviata dai pm Noviello e Sirleo allora in forza al pool della Procura di Napoli, fu la prima indagine a scavare tra le ombre di un'emergenza rifiuti causata, secondo l'accusa, da una malagestione del Governatore. campania renzi legislazione assessorato regione vincenzo de luca giunta giuntaweb presidenza regionale beni culturali salerno consiglio politica assessore trasporti appaltopoli ente politica governo napoli


Follow Casertasette on Twitter

 
· Inoltre Ambiente
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Ambiente:
EMERGENZA RIFIUTI: I DANNI IN CAMPANIA DELLA GESTIONE BASSOLINO

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it