nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
SI PERMISE DI OFFENDERE I PENTITI: CONDANNA PER DIFFAMAZIONE A COSENTINO

Napoli 7 dicembre 2016 (Casertasette / Telexnws) - Per essersi 'permesso' di definire i pentiti degli opportunisti, l'ex viceministro azzurro Nicola Cosentino si è guadagnato anche una pena pecuniaria per diffamazione da un collaboratore di giustizia, noto ex boss di Marcianise (Caserta) mai citato dall'ex politico ma ugualmente ritenuto parte offesa. La pena è stata irrogata dal giudice monocratico di Napoli Marco Occhiofino all’ex viceministro azzurro Nicola Cosentino, condannato 20 giorni fa a nove anni nell’ambito del processo simbolo sui rifiuti, quello sul caso Eco4. La vicenda riguarda la querela presentata dal boss di Marcianise, poi diventato collaboratore di giustizia, Michele Froncillo, all'indomani della conferenza stampa di tre anni fa, quando Cosentino ribadì la sua innocenza. L’ex politico definì i pentiti che collaboravano con i pm titolari di quell'inchiesta «camorristi schifosi che hanno da scontare ergastoli e puntano a salvare i proprio patrimoni». Froncillo non fu citato esplicitamente ma decise comunque di sporgere querela perchè offeso. La beffa oltre il danno. Sempre oggi, è iniziata al tribunale di Santa Maria Capua Vetere le requisitoria dei pm antimafia Vanorio e D’Alessio (che continuerà fino al 21 dicembre) per il processo a carico di Cosentino ed altri riguardante la costruzione di un centro commerciale mai realizzato a Casal dei Principe.


Follow Casertasette on Twitter

Parole correlate: Casertasette Caserta Sette Caserta cronaca Campania Napoli Benevento Avellino Salerno aula orazio rossi tribunale principe ballerina unicredit zara

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it