nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
GIA' LIBERO IL CONSIGLIERE PD DI MARCIANISE (CASERTA): FERMO LAMPO

Santa Maria Capua Vetere (Caserta), 1° Luglio 2016 (Casertasette) - E’ già libero il consigliere comunale Pd di Marcianise, Raffaele Guerriero, arrestato giovedì scorso nell’ambito di un’inchiesta della Dda su una presunta estorsione ai danni della Dhi, società della quale lo stesso Guerriero è dipendente. Estorsione commessa, a dire dell’accusa, insieme ad un altro dipendente, Tommaso Del Gaudio per il quale è però caduta l’aggravante della camorra. A denunciare l’episodio gli imprenditori Alberto e Alessandro Di Nardi: il primo arrestato mesi fa con la sindaca di Maddaloni Rosa De Lucia e da quel momento diventato collaboratore e il padre, poi alla guida della Dhi (azienda che si occupa di raccolta di rifiuti) che avrebbe tolto alcuni benefit a Del Gaudio. Chiarita dunque la posizione di Guerriero (difeso dall’avvocato Giuseppe Stellato) che si è detto innocente e ignaro di presunte estorsioni ai danni dell’azienda oltre e subordinato come dipendente alle mansioni imposte da Del Gaudio, difeso dall’avvocato Angelo Raucci. I due sono stati interrogati per sei ore dal gip Tommaso Perrella nel corso dell’udienza di convalida del fermo, sulla base delle accuse dei pm antimafia Maurizio Giordano e Alessandro D’Alessio. Guerriero stava per essere proclamato consigliere quando è stato fermato dai carabinieri. Le indagini sono partite ad aprile scorso dopo una protesta di 24 ore dei dipendenti della società che lamentavano ritardi negli stipendi; il Comune di Santa Maria Capua Vetere multò per decine di migliaia di euro l'azienda. Le successive indagini, che si sono avvalse anche di dichiarazioni di collaboratori di giustizia, hanno fatto emergere i retroscena delle proteste.


Follow Casertasette on Twitter

Parole correlate: Casertasette Caserta Sette Caserta cronaca Campania Napoli Benevento Avellino Salerno Pd Partito Democratico Regione Campania Velardi

 
· Inoltre Giudiziaria
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Giudiziaria:
USURA VIP A CASERTA:RESTANO IN CARCERE IL GIOIELLIERE TRONCO E GLI IMPRENDITORI

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it