nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CAMORRA, ARRESTATO SINDACO INGEGNERE OMONIMO DI ZAGARIA


CASAPESENNA (Caserta), 10 febbraio 2012 (Casertasette) - Arrestato il sindaco di Casapesenna. Costrinse l'ex primo cittadino alle dimissioni per prenderne il posto. Fortunato Zagaria, 57 anni, ingegnere, primo cittadino dal 2009, è accusato di aver agito su mandato del boss Michele Zagaria (al quale non è imparentato), arrestato lo scorso 7 dicembre minacciando il precedente sindaco del Comune casertano, Giovanni Zara. Secondo l'accusa, a quest'ultimo, durante il suo mandato, avrebbe consigliato ripetutamente, anche a nome del 'boss', di non assumere iniziative pubbliche contro la camorra, perché erano sgradite a Michele Zagaria. Lui stesso, in occasione dell'arresto del boss, dichiarò: «La camorra non è ancora stata sconfitta».
Nell'indagine condotta dal capo della Dda di Napoli Federico Cafiero de Raho sono coinvolti anche altri assessori e consiglieri comunali di Casapesenna. Nel frattempo è stata avviata la procedura di scioglimento dell'amministrazione comunale del paese che ha dato i natali a Michele Zagaria.
Fortunato Zagaria, non imparentato con il boss, è stato eletto nel 2009 in un raggruppamento di centrodestra, è stato arrestato nella sua abitazione. L'accusa nei suoi confronti è di violenza privata. Zagaria era già stato sindaco del paese natale del boss, ed è stato anche vicesindaco del primo cittadino precedente, Giovanni Zara. Quel consiglio comunale fu sciolto per le dimissioni di 11 consiglieri, 10 giorni dopo che Zara, considerato un sindaco anti-camorra, aveva firmato un protocollo per l'avvio di un progetto in un bene confiscato al capozona Vincenzo Zagaria. L'ingegnere Zagaria, non imparentato con il boss, e' stato eletto nel 2009 in un raggruppamento di centrodestra, e' stato arrestato nella sua abitazione. L'accusa nei suoi confronti e' di violenza privata. Zagaria era gia' stato sindaco del paese natale del boss, in cui e' finita tra l'altro la sua latitanza, ed e' stato anche vicesindaco del primo cittadino precedente, Giovanni Zara. Quel consiglio comunale fu sciolto per le dimissioni di 11 consiglieri, 10 giorni dopo che Zara, considerato un sindaco anti-camorra, aveva firmato un protocollo per l'avvio di un progetto in un bene confiscato al capozona Vincenzo Zagaria.

Follow Casertasette on Twitter

Parole correlate: Casertasette Caserta Sette Caserta cronaca Campania Napoli Benevento Avellino Salerno attualità crimine casalesi turismo ambiente spettacoli notizie news internet novità camorra reggia rassegna stampa cronaca caserta presstoday

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it