nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CRONACA, CASTELVOLTURNO (CASERTA): TENTATA ESTORSIONE A GRAND HOTEL PINETAMARE


CASTELVOLTURNO - PINETAMARE (Caserta), 25 agosto 2011 - (Casertasette) - La nuova gestione societaria di un istituto di guardie giurate aveva cercato di proseguire la vigilanza ad un noto albergo di Pinetamare, prima con le buone e poi con il una frase ritenuta intimidatoria pronunciata da un personaggio ritenuto vicino ad alcune persone gravitanti nell'area della cosca del clan dei Casalesi. Di qui - dopo un'attività info investigativ - il fermo di indiziato per cinque persone eseguito tra Giugliano, Melito, Marianella (in provincia di Napoli), e Castelvolturno. Ad eseguire gli arresti sono stati i militari della stazione di Mondragone su delega della Procura distrettuale antimafia. L’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso è scattata per Luca Aprea, 43 anni, di Giugliano, titolare di un’agenzia di vigilanza privata, la Flying Eagles Security; Vincenzo Fioretto, 28 anni, di Melito; Natale Fioretto, 51 anni, di Napoli; Vincenza Vorzillo, 49 anni, di Napoli e Alessandro Froncillo, 25 anni, di Castelvolturno. Il provvedimento, emesso dalla Procura di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, scaturisce da un’indagine riguardante un tentativo di estorsione al gesotre del «Grand Hotel Pinetamare», per conto del clan dei Casalesi. Durante l’operazione sono stati anche sottoposti a sequestro i locali dell’istituto di vigilanza utilizzati dagli arrestati.

A GIUGNO SCORSO IL CAMBIO DELLA GESTIONE SOCIETARIA DELL'ALBERGO E IL 18 AGOSTO SCORSO LA CHIUSURA DELLA STRUTTURA PER ASSUNZIONI IN NERO

Lo scorso 18 agosto i carabinieri, nel corso di un controllo sulle assunzioni, avevano elevato una contravvenzione di 19 mila euro all'amministratrice dell'albergo J.M. con contestuale chiusura della piscina e della struttura poi riaperta con il pagamento della sanzione di 1.500 euro in quanto la socieà contesterà il verbale di 19 mila euro perchè ci sarebbe stato solo una mancata formalizzazione dell'assunzione di nove persone al loro primo giorno di lavoro. La Grandi Alberghi s.r.l. ha rilevato lo scorso giugno il Grand Hotel Pinetamare ed ha la sede sociale ad Afragola, dove gestisce un'altra struttura.

Follow Casertasette on Twitter

Parole correlate: Casertasette Caserta Sette Caserta cronaca Campania Napoli Benevento Avellino Salerno attualità turismo alberghi hotel darsena mare spettacoli notizie news internet novità agenzie di viaggi giornali quotidiani tv emittenti giornalisti giornalistici economia agricoltura radio televisione web stampa rassegna

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 3
Voti: 1


Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it