nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CASERTA, CAMORRA: PRESO KILLER CHE PARTECIPO' A TRIPLICE OMICIDIO


CASERTA, 25 NOVEMBRE 2010 (Casertasette) - La squadra mobile di Caserta ha arrestato nelle prime ore di oggi Nicola della Corte, di 40 anni, affiliato alla fazione dei Casalesi capeggiata da Nicola Schiavone, figlio di Francesco, detto "Sandokan", uno dei capi storici della cosca. Nei confronti di Della Corte è stato emesso dal Tribunale di Napoli, su richiesta della DDA partenopea, un' ordinanza di custodia cautelare in carcere con l'accusa di concorso nel triplice omicidio di Gianbattista Papa, Modestino Minutolo e Francesco Buonanno. I tre secondo le risultanze della squadra mobile di Caserta diretta dal vice questore Angelo Marabito e coordinate dalla DDA, furono uccisi per vendetta in un agguato dopo essere stati attirati in un tranello. I corpi di due degli uccisi furono trovati dalla squadra mobile in un fosso profondo due metri scavato a poca distanza da una scarpata della superstrada Nola-Villa Literno, nelle campagne di Villa di Briano. Minutolo, Buonanno e Papa furono uccisi per avere trattenuto somme di denaro derivanti dalle estorsioni nella zona di Grazzanise. Per il triplice omicidio sono stati già arrestati Nicola Schiavone, Roberto Vargas, Francesco Della Corte, divenuto poi collaboratore di giustizia, Eduardo Di Martino e Salvatore Laiso, anch'esso pentito, il cui fratello fu ucciso in 20 aprile di quest'anno per una vendetta trasversale.

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it