nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CASERTA, BIMBO DI TRE ANNI AFFOGATO IN PISCINA: INDAGINI SU COMPORTAMENTO MADRE


CASERTA, 8 LUGLIO 2010 - L'autopsia, che sarà effettuata questo pomeriggio nell'istituto di Medicina legale dell'Azienda ospedaliera di Caserta, potrà chiarire le circostanze che hanno provocato la morte di Raffaele, il bimbo di tre anni annegato ieri in una piccola piscina gonfiabile nel giardino di casa, nella frazione 'Puccianiello' di Caserta. Il piccolo è stato portato in ospedale, poco distante dall' abitazione, ancora in vita dal padre, un carabiniere in servizio alla sede di Caserta della Banca d'Italia, rincasato qualche minuto dopo la tragedia, ma è morto poco dopo, nonostante i tentativi dei medici di rianimarlo. Le indagini per accertare eventuali responsabilità della madre, di 37 anni, che - secondo quanto ipotizzano alcuni quotidiani - si sarebbe allontanata dal giardino dopo avere lasciato il piccino all'interno della piccola vasca con una ventina di centimetri d'acqua, sono condotte dai carabinieri del Nucleo investigativo di Caserta, guidato dal capitano, Costantino Airoldi, e coordinate dal pm del Tribunale di S. Maria Capua Vetere, Antonella Cantiello. Nel fondo della piccola vasca gonfiabile gli investigatori hanno trovato anche tracce di latte che porterebbe a non escludere l'ipotesi che il bambino, l'unico figlio del carabiniere, nato dopo circa 12 anni dal matrimonio, possa avere perso i sensi per un rigurgito o per una congestione e possa essere finito con la testa sott'acqua. Al momento nessun provvedimento è stato adottato nei confronti della madre. La donna, da qualche tempo afflitta da crisi depressiva, ha raccontato agli investigatori di avere solo per poco tempo distolto l'attenzione dal bambino e di aver tentato di rianimarlo subito dopo aver chiamato il 118 e, dunque, prima che arrivasse il marito.

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 3
Voti: 1


Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it