nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
METEO, WEEK-END VERY HOT: COLONNINA DI MERCURIO SUI 40 GRADI


CASERTA, 2 LUGLIO 2010 - L'ondata di grande caldo preannunciata alla fine è arrivata, con la colonnina di mercurio che in molte città si è avvicinata ai 40 gradi. E con il caldo sale anche l'allerta per i soggetti ritenuti più a rischio: non è escluso che proprio l'ondata di calore abbia contribuito a causare la morte di tre persone, sentitesi male in diverse località del litorale veneziano. Ma quella di oggi non è la giornata peggiore del fine settimana, almeno stando al bollettino della Protezione Civile, che prevede per domani ma soprattutto per domenica ondate di calore a livello 3, il massimo, in alcune città del centro-nord. E l'afa sembra destinata a non abbandonarci fino alla fine della prossima settimana. Il sistema di prevenzione delle ondate di calore della Protezione Civile segnala per oggi in sette città (Torino, Trieste, Venezia, Milano, Bolzano, Bologna e Brescia) un'allerta di livello 2, quello in cui si prevedono temperature elevate che possono avere effetti negativi sulla popolazione. Domani, poi, passano al livello 2 anche Roma e Perugia, mentre Torino e Venezia "guadagnano" il livello 3 di allerta, il massimo. Che vuol dire "condizioni meteorologiche di rischio che persistono per tre o più giorni consecutivi" nei quali "é necessario adottare interventi di prevenzione mirati alla popolazione a rischio". Domenica, infine, sarà una vera e propria giornata "di fuoco": a Roma e Perugia già a livello 2, si aggiungeranno anche Firenze, Genova, Rieti e Verona, mentre ben sette città - Bolzano, Bologna, Brescia, Milano, Trieste, Torino e Venezia - saranno al livello 3 di allerta. Le città maggiormente coinvolte si stanno attrezzando in vista dell'arrivo dell'afa: Torino ha approntato un "piano anziani"; Milano ha già pronti 200 volontari e 3.000 litri di bevande da distribuire, oltre a servizi come pasti a casa e spesa a domicilio per gli anziani; a Pordenone è attiva una task force per visitare gli anziani e gli indigenti; in Alto Adige cresce il pericolo di incendi nei boschi e la Ripartizione Foreste è in allerta. In alcune città del centro-nord sono stati raggiunti i limiti delle concentrazioni di ozono. Le persone maggiormente a rischio in queste condizioni di grande caldo sono gli anziani e i non autosufficienti, le persone che assumono regolarmente farmaci, i neonati e i bambini piccoli, chi fa esercizio fisico o svolge un lavoro intenso all'aria aperta. E proprio due anziani figurano tra le tre persone morte oggi in diverse località del litorale veneziano, in seguito a malori che potrebbero essere stati provocati proprio dal gran caldo, anche se gli accertamenti sulle cause dei decessi sono ancora in corso. In particolare, a Cavallino-Treporti, si è sentito male ed é deceduto sul posto un cittadino straniero, sembra svedese. Il decesso è avvenuto all' Agricampeggio al Bateo, sul lungomare Dante Alighieri, a Punta Sabbioni. Un'anziana trevigiana ospitata in una struttura ricettiva ha invece perso la vita vicino al Faro del Cavallino, mentre il terzo decesso riguarda un anziano del veneziano, trovato riverso nelle acque della laguna del Mort, in zona Eraclea. L'uomo sarebbe annegato dopo essere caduto in acqua per un malore. A tutte le persone ritenute a rischio si consiglia di non uscire nelle ore più calde, dalle 12 alle 18. In casa, per proteggersi dal calore del sole utilizzare tende o persiane e mantenere il climatizzatore a 25-27 gradi. Gli esperti consigliano di bere molto, consumare pasti leggeri e mangiare molta frutta, evitando bevande alcoliche e caffeina. E' consigliabile inoltre indossare abiti e cappelli leggeri e di colore chiaro, evitando le fibre sintetiche. Se si ha in casa una persona malata, occorre fare attenzione che non sia troppo coperta.

 
· Inoltre Tempo
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Tempo:
METEO, CASERTA: ANCORA MALTEMPO E NEVE SUL MATESE. REGISTRATI DISAGI

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it