nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CASERTA, CRONACA E ATTUALITA': LE NOTIZIE DELL'ULTIMO WEEK-END


CAMORRA: CON NEGOZI RICICLAVANNO PROVENTI 'PIZZO', 4 ARRESTI TRA GROSSETO E CASERTA

Riciclavano denaro, assegni e titoli di credito di notevole valore, frutto delle attivita' estorsive, grazie una societa' costituita per gestire una lavanderia, un albergo di Follonica (Grosseto) e un negozio di fiori ad Aversa (Caserta), risultate attivita' commerciali di copertura. Quattro esponenti di primo piano del gruppo malavitoso di Aversa dei Di Girolamo, ex alleato della Nco di Raffaele Cutolo e ora affiliato ai clan dei Casalesi, sono stati arrestati oggi dalla polizia su esecuzione di una ordinanza del Tribunale di Napoli emessa su richiesta della DDA partenopea. Le accuse nei confronti dei fratelli Giuseppe e Pasquale Di Girolamo, di 50 e 48 anni - il primo dichiaratosi collaboratore di giustizia - Giovanni Rosano, di 56 anni e Nicola Limaldi, di 40, sono di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni aggravate ed altri reati contro il patrimonio e la persona. Giuseppe Di Girolamo, detto 'peppe o bionde', da tempo in carcere - ha spiegato nel corso di una conferenza stampa il responsabile del commissariato di Aversa, Luigi Del Gaudio - e' ritenuto il capo del gruppo criminale, accusato di imporre tangenti a commercianti ed imprenditori della zona aversana per le festivita' di Natale, Pasqua e Ferragosto. Secondo quanto emerso dalle indagini, Giuseppe era, di fatto, titolare dell'albergo Bologna di Follonica, una delle attivita' della societa' gestite dalla 'Sogeas' ed intestata alla moglie, Angela Di Maro. Da Follonica, ha accertato la Polizia anche attraverso intercettazioni telefoniche, impartiva ordini agli affiliati, segnalando, fra l'altro, commercianti ed imprenditori da sottoporre ad estorsione. Lo ha fatto, ha sottolineato il dirigente del commissariato di Aversa, anche quando si e' dichiarato collaboratore di giustizia, senza pero' ottenere il sistema di protezione previsto per i pentiti della criminalita' organizzata. Giuseppe e Pasquale Di Girolamo sono fratelli del piu' noto Carmine, detto o 'sbirro', accusato di avere corrotto poliziotti e carabinieri per avere collaborazione per la sua attivita' criminale. Carmine balzo' alla ribalta delle cronache per la sua fuga dal carcere di Padova, compiuta il 16 giugno del 1994, insieme a Felice Maniero, detto 'Faccia d'Angelo', capo della mala della Riviera del Brenta.

CASERTA: AVERSA, MEDICI E PSICOLOGI IN CAMPO PER GIOVANI DIABETICI

Ad Aversa un team di medici e psicologi aiuta i giovani diabetici ad affrontare l'insorgenza della malattia. Nella malattia diabetica, ricorda in una nota l'Asl di Caserta, gli aspetti psicologici hanno dimostrato un ruolo importante nella gestione della patologia, nella compliance al trattamento e nella capacita' del paziente di seguire correttamente le cure. "Il momento della diagnosi ed il successivo percorso terapeutico sono spesso vissuti dalla persona con diabete come un vero evento traumatico, in grado di generare vissuti di profonda sofferenza, oltre a un disequilibrio interiore e a una condizione psicologica di totale incertezza in seguito alla perdita dello 'stato di integrita'' precedente", prosegue la Asl. Ecco perche' e' stato attivato il Gruppo di lavoro interdisciplinare 'Psicosomatica e Diabete' dell'Asl Ce, nato a febbraio presso il servizio di Diabetologia dell'Ospedale San G. Moscati di Aversa, per rafforzare il percorso terapeutico con i giovani diabetici. L'intervento integra l'ambulatorio settimanale di diabetologia rivolto alla prevenzione, diagnosi e terapia dei pazienti in eta' giovanile affetti da diabete tipo 1, tipo 2 e gestazionale. Gli incontri con le psicologhe sono rivolti solo alle persone giovani-adulte con diabete di tipo 1 in terapia insulinica, e prevedono uno screening di accesso con questionari validati. "Nove dei 20 dei soggetti approcciati da febbraio hanno aderito al percorso diagnostico-terapeutico, mostrando sia una maggiore adesione al trattamento globale previsto, che una maggiore consapevolezza delle proprie problematiche psicologiche", riferisce la Asl.

BASKET: GRANDE PRIMO TEMPO MILANO, POI SIENA DILAGA

La Montepaschi dilaga nel secondo tempo per vincere 100-80 gara-1 della serie di finale scudetto contro l'Armani Jeans. Nel primo episodio della ripetizione della sfida di un anno fa, quando Siena vinse 4-0, Milano gioca un primo tempo maiuscolo da 49 punti segnati e resta in gara fino al 55-54 al 23'. Capaci con Finley e Mordente di reagire fin li' a ogni tentativo di allungo senese, nel terzo quarto invece gli ospiti perdono contatto, pagando forse anche la stanchezza per essere arrivati a gara-cinque in semifinale con Caserta. Monroe, 15 punti alla fine e' l'ultimo milanese ad arrendersi contro una Montepaschi guidata dai 29 punti di Terrell McIntyre e dai 18 di Romain Sato, di cui 11 nell'ultimo quarto. Milano gioca con grande qualit… offensiva da subito ma soprattutto con una mira e una produttivit… che di rado ha avuto in stagione. Mordente ha 3/3 dalla lunga distanza solo nel primo quarto, quando insieme all'ex Finley permette all'Armani Jeans di tenere i ritmi della Montepaschi, quasi perfetta al tiro trascinata da McIntyre (14 punti nel primo periodo), micidiale a suon di palle rubate e contropiede in tandem con Hawkins. E' con l'ingresso in pianta stabile delle seconde linee e con nuovi quintetti in campo che Siena ha il primo tentativo di fuga a meta' secondo quarto, allungando dalla lunetta fino al 44-35 al 16' sull'asse Zisis-Lavrinovic. Ma e' un frangente di gioco molto spezzettato, con 11 falli per parte nel secondo periodo. Milano, che si era riavvicinata, capitalizza al meglio un fallo tecnico di Shaun Stonerook completando un parziale di 14-4 per mettere la testa avanti prima del'intervallo sul 48-49. Al ritorno dagli spogliatoi si segna molto da tre e quasi mai da due: Š con i canestri dalla lunga distanza di McIntyre che Siena allunga, volando dopo un fallo tecnico a Piero Bucchi sul 68-54 al 26'. Ed Š con le triple che Milano rientra fino al -8, prima di essere pero' respinta nel quarto periodo di un Sato da otto punti in cinque minuti, strabordante fisicamente fino all'85-67. L'Armani Jeans torna a -12 ma e' una partita nervosissima in cui a ogni fischio i giocatori scattano a protestare: Š Siena ad approfittarne, compattandosi invece di sciogliersi come fanno gli ospiti. Gli ultimi minuti danno al divario un'entit… bugiarda: sul 100-77 a un minuto dalla fine il proprietario milanese Giorgio Armani si alza e lascia il palasport. Prossimo appuntamento marted sera, ancora a Siena.

SANITA':ASL CE NON PAGA,DAL 21/6 CHIUSI CENTRI RIABILIAZIONE IN 5 MESI PAGATA UNA MENSILITA'. MARTEDI' INCONTRO A CASAGIOVE

I centri di riabilitazione di Caserta resteranno chiusi a partire dal prossimo 21 giugno. Ad annunciarlo è il coordinamento campano dei centri di riabilitazione, che rappresenta venticinque strutture riabilitative del Casertano, i quali motivano la sospensione 'sine die', "a causa della cattiva gestione pluriennale da parte dell'Asl di Caserta con il mancato pagamento di oltre il 70% delle prestazioni fornite dai centri nel 2009, oltre a residui precedenti". I centri riabilitativi lamentano anche il pagamento, parziale, della sola mensilità di gennaio nei cinque mesi di attività svolti nel 2010. Il coordinamento delle strutture sanitarie ha chiesto con la massima urgenza la convocazione di un tavolo tecnico con rappresentanti di Regione, Asl e sindacati al fine di evitare la chiusura dei centri e limitare al minimo i danni economici che si profilano per le strutture riabilitative. "La serrata delle attività terapeutico-riabilitative - si legge nella nota del coordinamento - potrebbe provocare la perdita del posto di lavoro per circa mille dipendenti. I pazienti così rimarranno del tutto privi di assistenza". Il coordinamento comunica che il suo presidente nonché capo di Aspat Campania, Pier Paolo Polizzi, ha organizzato per martedì 15 giugno, alle ore 18, una conferenza stampa sull'argomento nella sede di via Sicilia a Casagiove, provincia di Caserta.

Notizie dal 12 al 14 giugno 2010

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it