nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
SCIENZA, AEROSPAZIO: AL CIRA DI CAPUA (CASERTA) PRONTO LANCIO POLLUCE


CAPUA (CASERTA), 22 GENNAIO 2010 - A febbraio dell'aeroporto di Arbatax-Tortolì in Sardegna, sarà lanciato "Polluce", il secondo esemplare di laboratorio volante aerospaziale senza pilota progettato e realizzato dal Cira, il Centro di ricerche aerospaziali di Capua (Caserta) con il contributo di industrie nazionali del settore. Lo ha annunciato oggi il presidente del Cira, Enrico Saggese. Pur essendo molto simile a "Castore", il velivolo che a febbraio 2007 ha compiuto con successo la sua missione raggiungendo l'80% degli obiettivi prefissati, "Polluce" è in realtà molto più sofisticato. L'esperienza operativa maturata con il primo lancio, così come l'elaborazione dei dati raccolti, hanno spiegato i vertici del Cira, hanno consentito, infatti, di realizzare un velivolo tecnologicamente più avanzato e di progettare una missione più complessa sia dal punto di vista delle velocità da raggiungere, sia delle manovre da eseguire durante il volo. Il velivolo, la cui funzione è quella di laboratorio volante, servirà ad estendere le conoscenze già acquisite nei settori di aerodinamica e strutture e a testare l'affidabilità delle tecnologie e delle leggi di controllo utilizzate per la navigazione con guida automatica ed in parte autonoma. Nelle ultime fasi di preparazione al volo, sarà completata l'istallazione a bordo di due esperimenti. Il primo è proposto da una piccola-media impresa campana, Strago Ricerche, e si basa sull'uso di sistemi elettromeccanici miniaturizzati (Mems) per misurare le accelerazioni avvenute durante il volo. Il secondo é un esperimento didattico di fisica dell'atmosfera chiamato Iris e finalizzato alla rilevazione dell'opacità dell'atmosfera collegata alla presenza di aerosol ed ideato da alcune scuole medie superiori della Puglia. Nella realizzazione della prossima missione sono stati ancora coinvolti enti e istituzioni come l'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) per il supporto alle operazioni di lancio, l'Aeronautica Militare per il controllo in sicurezza della missione, l'Agenzia Spaziale Europea (Esa) per l'utilizzo del sistema satellitare Artemis, la Marina Militare per le operazioni di recupero del velivolo dopo l'ammaraggio, l'Enav per l'autorizzazione al volo e la gestione delle interferenze con il traffico aereo.

 
· Inoltre Scienza
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Scienza:
AEROSPAZIO E SICUREZZA: CONCLUSO AL CIRA DI CAPUA MASTER "SMART"

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it