nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
RASSEGNA EDITORIALI: SEX & THE CITY, LE D'ADDARIO INVISIBILI DI TUTTI I GIORNI

In un articolo di Francesca Nardi, direttore editoriale di Buongiorno Campania, si commenta la trasmissione Annozero dello scorso primo ottobre. Decine e decine di donne, scrive la Nardi, (forse centinaia e centinaia, aggiungiamo) 'scopano' come ricci nei bagni dei posti di lavoro per poi tornare nella società e mostrarsi integerrime e dedite alla famiglia e al lavoro...E se lo scrive una donna, senza ipocrisie, è più che certificato


CASERTA, 9 OTTOBRE 2009 - (di Francesca Nardi) - Siamo quasi abituati a tutto ormai... dalle elucubrazioni sulla sessualità riconquistata di Di Pietro, che spezza una lancia di solidarietà a favore delle gonadi del premier, agli anatemi di un virtuale esercito della salvezza , riesumato per difendere le racchie in carriera ...abbiamo imparato a considerare con leggiadra filosofia ogni mutazione, per quanto inspiegabile essa sia...ma quando... ragazze dichiaratamente di centrodestra, afferrano con violenza la parola e, in un crescendo isterico e sconclusionato, passano dalla dimensione di suffragette a quella di zitelle in astinenza cronica, e scimmiottando molto e male, le femministe arrabbiate della prima ora, fanno le moraliste con la bava alla bocca, contrabbandando il livore per l’avvenenza della D’Addario, per sacrosanta rettitudine di pensiero e di principio, tanto ridicola quanto inconsistente bè.... allora è il momento di riflettere seriamente sul drammatico processo di involuzione subito dalla donna negli ultimi anni...Ieri sera ad Annozero, tra chierichette con l’orecchino etnico e maschi con le buone maniere in quarantena, abbiamo assistito alla più perversa ed incomprensibile battaglia mediatica, contro la libertà femminile... vittima predestinata Patrizia D’Addario, massacrata soprattutto da chi l’aveva invitata per proteggerla e difenderla ...ma soprattutto lanciarla come un missile terra acqua contro Berlusconi e le sue senili ostinate inclinazioni. E dopo aver assistito all’esposizione in gabbia, di una escort che si era tranquillmente dichiarata tale, ci chiediamo ancora quale sia il problema.... dove allochi lo scandalo che ha tirato su lo spirito e qualcosa di altro all’occorrenza, per tutta la stagione estiva...Patrizia D’Addario si guadagna la vita facendo la escort anche e soprattutto perché il fisico glielo consente... ed anche perché il destino delle donne particolarmente belle e sexy, è quello di essere chiamate ‘escort’ dal maschio imbecille e rampante, molto prima che qualcuno di loro, esasperata, pensi seriamente a farlo di mestiere...Decine e decine di donne “scopano” come ricci...cornificando maschi villosi e vanesi.. nei luoghi più impensati, con particolare e perversa predilezione per le toilettes dei posti di lavoro, ri- infilandosi graziosamente occhiali e slip e tornando tranquillamente nel posto che la società ha loro riservato e che è pronta a sciorinarle dinanzi all’immaginario collettivo e compiacente, come pilastri della comunità, splendidi esempi di professionalità, serietà e felice sintesi tra la dedizione alla famiglia e il desiderio legittimo di un’affermazione professionale... Ma va tutto bene... per carità...ciò che non va bene è l’azione di “smemoranda” che si fa nei confronti della realtà di cui sopra, per convogliare ogni critica, la più spietata, ed ogni staffilata, la più rovente, nei confronti di chi la escort la fa per mestiere e non per sfizio o vizio... o peggio...Lapidare la D’Addario.. .perché?...perché non si doveva permettere di andare con il premier a pagamento o perché ha registrato i bisbigli dell’incontro?, se tutto fosse passato sotto silenzio, come molte cose nei salotti buoni di questa Italietta sono passate sotto silenzio...la D’Addario sarebbe stata “quella bella figliola che si è accompagnata a quel gran “tombeur de femmes” che è il nostro premier” il tutto accompagnato da sorrisi e ammiccamenti deficienti degli appartenenti alla corte berlusconiana .. invece la D’Addario ha registrato...e la D’Addario smette di essere una escort per diventare solo una prostituta e viene spalmata sul vetrino del pubblico ludibrio, affidato alla custodia d una schiera di giovani marmotte che, forse è il caso di sottolinearlo, ogni volta che respirano, ahimé il Pdl perde cinquanta voti...

 
· Inoltre L'Editoriale
· News di redazione


Articolo più letto relativo a L'Editoriale:
ELEZIONI 2004: VENTRE AL PARLAMENTO EUROPEO. COMMENTO DI COSENTINO (FI)

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it