nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CONSORZIO MOZZARELLA DOP PLAUDE PER OPERAZIONE C.F. IN VENETO


CASERTA, 31 LUGLIO 2009 – Il Consorzio per la Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop – presieduto da Luigi Chianese – esprime il suo plauso per l’operazione battezzata ‘Mozzarella in Carrozza’ portata a termine in Veneto dal Corpo Forestale dello Stato e l'Ispettorato Controllo Qualità, a conclusione della quale è stato sequestrato un ingente quantitativo di comune mozzarella, spacciata per Mozzarella di bufala campana Dop. L’ente consortile con sede in provincia di Caserta, inoltre, si associa a quanto affermato dal ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Luca Zaia, il quale ha espresso la sua ‘soddisfazione per questa operazione che ha visto nella collaborazione la testimonianza del fatto che quando si fa gioco di squadra lo spazio per i contraffattori si riduce drasticamente. La fase due della tolleranza zero comincia a dare i suoi frutti. Mi spiace per i furbi ma li attendono tempi difficili''. Dalle indagini è emerso che un caseificio di San Cipriano d'Aversa (Caserta), utilizzando illecitamente la ragione sociale di una ditta non più operante da tempo, distribuiva in commercio prodotti caseari contraffatti con la denominazione di origine protetta ''Mozzarella di bufala campana Dop''. Sull'etichetta erano inoltre presenti false attestazioni di qualità rilasciate da un organismo di certificazione non più attivo da diversi anni. Dalle analisi sembrerebbe emergere che le mozzarelle sequestrate siano state prodotte anche con latte vaccino. Di qui il reato di frode in commercio aggravato dall'utilizzo della Denominazione di Origine Protetta. A tal proposito, il Consorzio Mozzarella di Bufala Campana rammenta che l’autenticità del prodotto Dop si evince da alcune indicazioni sull’etichetta: nome completo della denominazione (Mozzarella di Bufala Campana), presenza del logo con al di sotto gli estremi di legge nazionali (d.p.c.m. 10.05.93) e comunitari (Reg. Ce n°1107/96) oltre al numero di autorizzazione del caseificio (aut. Consorzio Tutela N°) e al sigillo di garanzia nel caso di confezioni con buste già annodate.

 
· Inoltre Alimentare
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Alimentare:
FERRARELLE: L'ACQUA DI CASERTA TORNA IN MANI ITALIANE

Punteggio medio: 5
Voti: 1


Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it