nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
S.MARIA A VICO (CASERTA): AIZZO' PITBULL CONTRO CARABINIERI. CONDANNATO A 4 ANNI


SANTA MARIA C.V. (Caserta, 4 luglio 2009) - Nella serata di venerdì 3 luglio i Carabinieri della Stazione di Santa Maria a Vico hanno tratto in arresto Giovanni De Matteo, pregiudicato 36enne del posto, in esecuzione di una sentenza di condanna emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Il giovane deve scontare la pena di 4 anni, 2 mesi e 8 giorni di reclusione per reati commessi a Santa Maria a Vico il 23 ottobre 2002. Quel pomeriggio una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Santa Maria a Vico stava seguendo due uomini a bordo di un motociclo, uno dei quali era stato riconosciuto per Giovanni De Matteo, e li aveva raggiunti nel cortile adiacente l’abitazione del giovane. Alcune persone presenti sul posto alla vista dei militari erano fuggite precipitosamente, ed i due Carabinieri avevano iniziato ad inseguirle quando il De Matteo, assieme ad altri due complici, aveva aggredito i militari per impedirgli di raggiungere i fuggitivi. Le tre persone avevano colpito ripetutamente i Carabinieri con calci e spintoni, minacciandoli di morte e di aizzargli contro il loro pitbull, riuscendo così a impedire l’inseguimento dei due sconosciuti in fuga. I militari, costretti a desistere dall’intento, e volendo evitare di usare le armi, avevano deciso di allontanarsi momentaneamente in attesa di rinforzi e di recarsi all’Ospedale di San Felice a Cancello per farsi medicare, poiché uno di loro aveva riportato varie escoriazioni e contusioni, poi giudicate con prognosi di 10 giorni. Poco più tardi, al ritorno presso il luogo della colluttazione, i tre aggressori si erano resi irreperibili. Durante l'ispezione del cortile, però, i Carabinieri avevano rinvenuto varie motociclette, due delle quali erano senza targa e dai primi accertamenti risultavano oggetto di furto, mentre una aveva il telaio apparentemente alterato. Successivamente, nel corso della serata, i Carabinieri della Stazione di Santa Maria a Vico erano riusciti a rintracciare il De Matteo, arrestandolo per ricettazione di motociclo, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. A distanza di qualche anno la sentenza di condanna e l’epilogo della vicenda. Quando i Carabinieri si sono presentati a casa del De Matteo, il giovane non ha opposto alcuna resistenza e, dopo gli adempimenti di rito, è stato accompagnato in stato d’arresto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 0
Voti: 0

Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it