nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
"THE PASSION" (MEL GIBSON) PROIETTATO A VESCOVI: "FILM FA BENE A FEDELI"


Vescovi e sacerdoti dicono sì al film 'The Passion' di Mel Gibson. Con un applauso durato oltre 10 minuti è infatti terminata oggi a Maddaloni (Caserta), nella sala Cinema della Fondazione Villaggio dei Ragazzi, la proiezione della pellicola che solo tra qualche giorno arriverà in Italia ma che ha già suscitato un vivace dibattito negli Stati Uniti d'America. "E' stato forse accentuato solo un pò l'aspetto della violenza, il regista ha indugiato molto sulla flagellazione. Ma é un film ben fatto e la sua visione farà certamente bene ai fedeli", spiega il vescovo di Acerra Giovanni Rinaldi. "E' semplicemente e profondamente coinvolgente", è invece il lapidario commento del vescovo di Alife-Caiazzo, Pietro Farina. Alla visione hanno assistito in tutto 350 persone. Altrettante quelle giunte poi per la secondo proiezione delle 20. Un'ottantina in tutto i religiosi provenienti da ogni angolo della regione, ma sono stati soprattutto i giovani a riempire in entrambe le proiezioni la sala. Numerosi quelli che al termine della visione sono usciti dalla sala-cinema del Villaggio dei Ragazzi con gli occhi lucidi. "L'obiettivo dell'iniziativa non è quello di commuovere - ha spiegato invece padre Miguel Cavalle, sacerdote dei legionari di Cristo e direttore da qualche anno dell'Opera fondata don Salvatore D'Angelo - il vero obiettivo è quello di avviare il confronto". Per padre Jonathan Morris, da sempre vicino a Gibson e che ha reso possibile l'iniziativa, il film "non ha alcuna pretesa di volersi sostituire alla dottrina cattolica. E' invece una interpretazione molto personale di Mel Gibson che ha sentito come proprie le sofferenze del Signore". L'accentuazione dell'aspetto della violenza, è stato detto nel dibattito seguito al film, servirà certamente a far discutere. E' con questo film che i sacerdoti e i Legionari di Cristo vogliono aprire un dibattito su scala nazionale. La scelta di Maddaloni non sarebbe stata occasionale. Infatti nella struttura è stato inaugurato non molto tempo un centro studi per dibattiti. Al momento, il villaggio, fondato nel 1947, accoglie 1500 studenti di ogni ordine e grado.

 
· Inoltre Religione
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Religione:
CONCLAVE VATICANO, CHI E' IL CASERTANO SEPE: CARDINALE ELETTORE

Punteggio medio: 5
Voti: 1


Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it