nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CONVALIDA GIP LADY SETOLA: APPRENDE N CARCERE DEL MARITO


«Di quella pistola non sapevo nulla, come non sapevo del covo e dei soldi che c’erano lì. Avevo soldi miei nella borsa ma altro non so». Sarebbe stato questo il tenore delle risposte di Stefania Martinelli, la moglie del killer superlatitante Giuseppe Setola (arrestato ieri a Mignano Montelungo) nel corso dell’interrogatorio tenutosi questa mattina nel carcere di Pozzuoli dove è reclusa in isolamento. La donna, infatti, ha appreso in carcere dell’arresto del marito durante il colloquio con il difensore. Il gip Egle Pilla del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere depositerà in serata la decisione sulla convalida dell’arresto per concorso in detenzione di arma e ricettazione (dell’arma con matricola abrasa e dei dodicimila euro) arriverà nelle prossime ore. Piccolo «giallo», invece, prima dell’udienza di convalida: il pubblico ministero Giovanni Cilenti aveva vietato alla detenuta sia i colloqui con i familiari che con il proprio difensore. Circostanza, quest’ultima, che ha spinto l’avvocato Nicola Garofalo a sollevare, un’eccezione sulla base di una precisa sentenza della Cassazione. Il divieto di colloquio imposto dal pm con i suoi difensori, secondo il legale, era viziato nella forma e nella sostanza perché non era motivato ed anche perché oramai l’indagata si trovava nella disponibilità del giudice e non del pubblico ministero. Il gip ha quindi accolto la richiesta difensiva ed ha proceduto all’interrogatorio. (15 gennaio 2009-16:30)

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 1
Voti: 1


Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it