nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Gerenza
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
CASERTA, CLAN DEI CASALESI: CARABINIERI ARRESTATO UOMO GRUPPO SETOLA


CASERTA - Mosé Esposito, di 29 anni, ritenuto affiliato al gruppo del superlatitante Giuseppe Setola, del clan dei Casalesi, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna a Varcaturo, nel territorio di Giugliano, in provincia di Napoli. Esposito era ricercato dal mese scorso per un'ordinanza di custodia cautelare in carcere chiesta dalla Dda per estorsione aggravata dal reato mafioso. Si trovava in una villetta: all'arrivo dei militari si è lanciato dal primo piano, allontanandosi di corsa nelle campagne circostanti. Inseguito dai carabinieri, è stato catturato poco dopo. Mosé Esposito è anche il fratellastro di Davide Granato, attualmente in carcere, accusato di aver partecipato alla strage di Castel Volturno nella quale furono uccisi sei immigrati ghanesi. Mosé Esposito, il latitante di 29 anni, ritenuto affiliato al gruppo Setola del clan dei Casalesi, arrestato oggi dai carabinieri mentre tentava la fuga da una villetta di Varcaturo, nel Napoletano, era accusato di tentata estorsione ai danni del titolare di una cooperativa itticoltrice di Ischitella. Nei suoi confronti l'aggravante di aver commesso il fatto con l'obiettivo di agevolare l'attività dell'organizzazione camorristica di riferimento. Il fermo è stato emesso sulla base delle risultanze investigative dei carabinieri della compagnia di Casal di Principe (Caserta). I militari hanno individuato il latitante all'interno di una palazzina in via Lago Patria 146. L'uomo, all'atto dell'irruzione, si è lanciato dal balcone dell'abitazione dove si era rifugiato, ma è stato bloccato dai carabinieri al termine di un prolungato inseguimento durato diversi chilometri. Nel contesto della stessa operazione è stata arrestata Mariah Hermann Andrew, tanzaniana, di 27 anni con l'accusa di favoreggiamento personale. (22 dicembre 2008)

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 5
Voti: 1


Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it