nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
GIALLO A CASERTA: UCCISO E BRUCIATO IN AUTO SINDACO DI CERVINO

Lancio delle ore 7,00


CERVINO (Caserta) - Ucciso a colpi di pistola e poi lasciato in un'auto (con la quale era stato sequestrato e dalla quale è riuscito a scendere benchè in fin di vita) data alle fiamme. Una macabra esecuzione quella riservata al sindaco di Cervino Giovanni Piscitelli, 52 anni, attirato in ua trappola ieri sera, all'uscita della Casa Comunale e poi ammazzato senza pietà sulle montagne di Durazzano. Erano le 21 di ieri quando il primo cittadino, dopo aver terminato una riunione in Municipio, è stato avvicinato da una persona a bordo di un Fiata Brava di colore azzurro che, a quanto pare, armato di pistola, lo ha invitato a salire con lui per fare un giro. Stando a quanto si apprende, l'auto si è diretta sulle montagne di Durazzano e qui (dove è stata trovata bruciata con all'interno il cadavere del sindaco), l'assassino ha esploso alcuni colpi di pistola verso Piscitelli uccidendolo. Dopo l'agguato, l'auto è stata data alle fiamme. Secondo quanto riferisce il collega giornalista Luigi Criscuolo che si trova sul posto, ieri sera i familiari del sindaco, non vedendolo rientrare, avevano anche presentato una denuncia di scomparsa ai carabinieri che stanno indagando sull'agguato dalle 2 di questa notte. (29 febbraio 2008-07:13)

Aggiornamento: Legato con filo di ferro

Legato, ferito a colpi di pistola e rinchiuso in un’auto (con la quale era stato sequestrato e dalla quale, benchè in fin di vita e legato ai piedi, è riuscito ad abbandonare) alla quale è stato dato fuoco. Morte atroce per Giovanni Piscitelli, 52 anni, sindaco di Cervino – piccolo comune ai confini tra Caseerta e Benevento – il cui cadavere semicarbonizzaato è stato trovato in una zona montuosa di Durazzano, a pochi chilometri da Cervino. Il primo cittadino, eletto nel 2004 a capo di una lista di centro-sinistra, svolgeva l’attività di infermiere presso l’ospedale civile di Caserta: ieri sera, dopo una riunione in Municipio, Piscitelli non ha fatto ritorno a casa allarmando i familiari che hanno presentato una denuncia di scomparsa ai carabinieri intorno alle 11,30.

Le modalità -

Stando a quanto si apprende, il primo cittadino sarebbe stato avvicinato da un’auto, una Fiat Brava di colore azzurro, con a bordo una o più persone armate che lo avrebbero «invitato» a salire. Secondo i primi accertamenti, Piscitelli è stato rinchiuso nella stessa auto con la quale è stato sequestrato e legato. Il veicolo è stato cosparso di liquido infiammabile e dato alle fiamme. L’uomo è riuscito ad aprire uno sportello e ad uscire dall'abitacolo, presumibilmente avvolto dalle fiamme. Il cadavere è stato trovato nei pressi dell'auto.

La scoperta del cadavere -

Le ricerche erano appena cominciate quando al centralino del comando provinciale dei carabinieri di Caserta è giunta la comunicazione di un agricoltore di Durazzano, il quale segnalava un incendio in una zona isolata. I carabinieri si sono così recati sul posto ed hanno scoperto il cadavere. Piscitelli aveva i piedi legati con del filo di ferro. Per la sua attività di sindaco, Piscitelli era stato coinvolto in alcune inchieste per abuso d’ufficio. Negli ultimi tempi i suoi rapporti con alcuni dipendenti del Comune si erano fatti tesi ed aveva anche adottato per qualcuno provvedimenti di sospensione. Circostanza che alcune settimane fa, lo aveva visto sul salotto della trasmissione «Mi Manda Rai Tre» al cospetto di una vigilessa, a dire di quest’ultima, demansionata.

 
· Inoltre Cronaca
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Cronaca:
CASERTA, CUOCO UCCISO A TEANO: ESEGUITA AUTOPSIA

Punteggio medio: 3.7
Voti: 10


Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it