nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


IL TG APP (UNIVERSITA' VANVITELLI)

GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
SOCIALE E SOLIDARIETA': GLI APPUNTAMENTI E LE INIZIATIVE IN CAMPANIA


RUBRICA A CURA (di Giusy De Simone) -

Corrida All'oratorio di Puccianiello

Prendendo a prestito l’idea di uno spettacolo di successo nazionale prima radiofonico e poi televisivo, i volontari dell’Oratorio Giovanni Paolo II della parrocchia del SS. NOME DI MARIA a Puccianiello di Caserta, hanno tratto lo spunto per proseguire in modo originale sulla strada della solidarietà, del coinvolgimento e dell’avvicinamento delle persone alle attività dell’ Oratorio. E’ nata cosi LA CORRIDA, manifestazione che viene promossa per creare momenti di aggregazione, divertimento, serenità e per offrire un’opportunità ed un palcoscenico ai partecipanti, che senza alcuna competizione e premiazione, con lo spirito di divertirsi e di far divertire il pubblico, potranno esprimere, chi il proprio talento e chi la propria voglia di stuzzicare la curiosità del pubblico, che diventerà un protagonista dello spettacolo potendo manifestare il proprio gradimento o il proprio dissenso sempre all’insegna del buon umore e del vivere civile.
L’appuntamento è per sabato 26 gennaio, nell’ambito della settimina di festa dell’Oratorio in onore di San Giovanni Bosco, presso il Teatro Parrocchiale alle 19.30.



Punti di raccordo per raccolta differenziata

A fronte dell’emergenza rifiuti, che ha evidenziato le evidenti carenze del sistema deputato allo smaltimento degli stessi, numerose sono le iniziative promosse dai cittadini atte non solo a sottolineare il disservizio preesistente ma anche a limitare, per il futuro, la possibilità che lo stesso evento possa verificarsi di nuovo. Una possibile soluzione sarebbe, dati alla mano, un percorso di incentivazione alla raccolta differenziata: troppe, tuttavia , le difficoltà legate ad una reale applicazione della stessa, in primis per l’assenza di un sistema di ritiro rifiuti ad hoc. Appare meritoria, dunque, l’iniziativa lanciata dalle parrocchie del SS. Nome di Maria a Puccianiello e di Nostra Signora di Lourdes a finalizzata ad agevolare il cittadino che voglia avvicinarsi alla metodologia della raccolta differenziata: a partire da lunedì 28 gennaio dal lunedì al venerdì (la mattina dalle ore 9,00 alle ore 12,00, ed il pomeriggio dalle ore 16,00 alle ore 19,00) sarà possibile portare presso le suddette parrocchie contenitori in plastica, lattine, cartoni e quant’altro possa produrre “rifiuto” in casa, già suddiviso per tipologia. Saranno poi i volontari incaricati a portare il materiale presso i centri di stoccaggio adeguati alla tipologia di rifiuti.

SEMINARIO DI STUDI

“La psicologia della relazione di aiuto”

Si terrà Giovedì 24 Gennaio (ore 16,00) presso la Biblioteca Comunale di Piano di Sorrento (sita in Via delle Rose) il Seminario di Studi “La psicologia della relazione di aiuto – la riscoperta della solidarietà umana” . L’evento, patrocinato dal Comune di Piano di Sorrento, dal Piano sociale di zona ambito Territoriale Ambito Territoriale Napoli 13 e dalla Cattedra di Psicologia Generale 2 (Università degli Studi di Napoli Federico II) intende promuovere una visione della relazione di aiuto che rivaluti la formazione di operatori di operatori in grado di intervenire nei momenti di passaggio alle diverse fasi del ciclo della vita, secondo la teorizzazione proposta da Erikson. Interverranno alla giornata di studi il prof. Mario Mastropaolo (Docente di Psicologia Generale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, la Dott.ssa Daniela Moriniello (psicologa, Psicoterapeuta e Responsabile Semiconvitto Centro I.PA.R.), il Dott. Gennaro Izzo (Coordinatore Ufficio Piano di Sorrento Distretto sociale Napoli 13), la Dott.ssa Mariella Nica (Scuola Media Statale Unificata “Amalfi – Massa” di Piano di Sorrento (SerT di Sorrento – ASL NA 5). Presiederà all’incontro il Sindaco del Comune di Piano di Sorrento Dott. Giovanni Ruggiero.





Punti di raccordo per raccolta differenziata

A fronte dell’emergenza rifiuti, che ha evidenziato le evidenti carenze del sistema deputato allo smaltimento degli stessi, numerose sono le iniziative promosse dai cittadini atte non solo a sottolineare il disservizio pre – esistente ma anche a limitare, per il futuro, la possibilità che lo stesso evento possa verificarsi di nuovo. Una possibile soluzione sarebbe, dati alla mano, un percorso di incentivazione alla raccolta differenziata: troppe, tuttavia , le difficoltà legate ad una reale applicazione della stessa, in primis per l’assenza di un sistema di ritiro rifiuti ad hoc. Appare meritoria, dunque, l’iniziativa lanciata dalle parrocchie del SS. Nome di Maria a Puccianiello e di Nostra Signora di Lourdes a finalizzata ad agevolare il cittadino che voglia avvicinarsi alla metodologia della raccolta differenziata: a partire da lunedì 28 gennaio dal lunedì al venerdì (la mattina dalle ore 9,00 alle ore 12,00, ed il pomeriggio dalle ore 16,00 alle ore 19,00) sarà possibile portare presso le suddette parrocchie contenitori in plastica, lattine, cartoni e quant’altro possa produrre “rifiuto” in casa, già suddiviso per tipologia. Saranno poi i volontari incaricati a portare il materiale presso i centri di stoccaggio adeguati alla tipologia di rifiuti.





In partenza tre progetti



Sinistra 2000 – Cittadino responsabile



È partito venerdì 18 gennaio “Cittadino responsabile” il corso di formazione organizzato dall’associazione Sinistra 2000 e finanziato nell’ambito dei Bandi di idee pubblicati dal CSV Asso.Vo.Ce. . Il corso, al quale parteciperanno 25 giovani tra i 18 e i 35 anni,è realizzato in collaborazione con le associazioni di volontariato Jerry Essan Masslo e Amici della Musica si svilupperà in cinque moduli tematici, nei quali verranno approfondite tematiche legate alla società civile, dal ruolo delle amministrazioni locali alle politiche sociali: finalità di tali incontri è quella di fornire ai giovani partecipanti gli strumenti idonei per agire da protagonisti nella loro realtà istituzionale. Gli incontri si terranno presso la sportello Asso.Vo.Ce. di Casal di Principe (sita in Corso Umberto, 151) e il primo argomento affrontato sarà “”Ruoli e funzioni dell’ente locale”, con il Segretario Comunale e Direttore Generale del comune di Qualiano dott.- Franco Natale: nel corso di questo stesso appuntamento verrà distribuito agli alunni il materiale didattico e un calendario con le vittime di mafia, e verrà inauguratra una mostra fotografica di artisti locali. I successivi incontri saranno dedicati a La finanza locale (25 gennaio), Le politiche sociali (87 febbraio), L’Urbanistica (22 febbraio), La trasparenza e accesso agli atti (14 marzo).



A.V.O. Santa Maria Capua Vetere – Formazione dei resoponsabili A.V.O. un cammino per un’organizzazione efficiente



Sì terrà presso l’Auditorium dell’Ufficio Scolastico “R. Uccella” di Santa Maria Capua Vetere “Formazione dei responsabili A.V.O. un cammino per un’organizzazione efficiente”, il corso di Formazione organizzato dall’Avo di S.Maria Capua Vetere e finanziato nell’ambito dei Bandi di Idee di Asso.Vo.Ce.. Il corso si terrà in tre giornate a cadenza mensile (25 gennaio – 22 febbraio – 28 marzo, sempre dalle ore 15,00 alle ore 19,00) ed è finalizzato all’assunzione del proprio ruolo all’interno dell’associazione e a rafforzare l’unione del gruppo. Il primo incontro si terrà venerdì 25 gennaio e sarà incentrato su “Competenze e ruolo del personale AVO”: dopo i saluti della presidente A.V.O. di Santa Maria Capua Vetere dott.ssa Assunta Amelio e della Presidente Regionale A.V.O. Campania prof.ssa Nina Star, sarà il presidente Federavo Pierluigi Crenna: seguiranno incontri su Comunicazione ed dialogo nei gruppi A.VO .con Padre Arnaldo Pangrazzi, Docente presso il Camillianum di Roma (22 febbraio) e “Valorizzazione delle sinergie tra le associazioni di volontariato e tra le stesse e le istituzioni” con Andrea Pastore, esperto di Politiche Sociali e del III Settore (28 marzo).



AVO Sessa Aurunca – Conoscere ed agire per un volontariato efficace e responsabile



Sempre nell’ambito dei bandi di idee, prenderà il via mercoledì 30 gennaio “Conoscere ed agire per un volontariato efficace e responsabile” il corso di formazione organizzato dall’Avo di Sessa Aurunca in collaborazione con il Comune di Sessa Aurunca e l’ASL CE/2. Il corso, della durata di 6 incontri, verterà su alcune delle tematiche “calde” del volontariato (dalle leggi che lo regolano ai rapporti con le istituzioni) con relatori esperti dell’argomento. Il primo appuntamento verterà sulla legge 328 del 2000, sulla riforma del capitolo V della Costituzione e gli effetti sulla programmazione socio – sanitaria della regione Campania: affronterà l’argomento il Coordinatore dell’Area Politiche Sociali della Regione Campania dott. Salvatore Esposito. Mercoledì 13 febbraio si parlerà de Le nuove povertà: insieme alla Dirigente del servizio prevenzione del rischio e disagio del settore Politiche Sociali della Regione Campania Norma Naim si cercherà di capire come la regione Campania risponda alle sfide rappresentate da cittadini senza fissa dimora, anziani esclusi e marginalizzati. Il 20 febbraio il dott. Andrea Pastore parlerà delle leggi regionali sull’assistenza e i servizi socio – sanitari, mentre il 27 sarà il coordinatore dell’Ufficio di Piano Servizi Sociali dell’ambito C9 dott. Edoardo Vignale a illustrare le norme relative ai piani di zona e alla loro applicazione. Il 5 marzo sarà dedicato all’Ufficio dei Servizi Sociali del Comune di Sessa Aurunca e al Distretto Sanitario: il Dirigente del Settore Servizio al Pubblico e Servizi Sociali rag. Paolo Viglianti e il Dirigente del Distretto Sanitario 43 dott. Vicario Verniero esploreranno le interazioni possibili tra questi due mondi. L’ultimo appuntamento è previsto per il 12 marzo, con l’intervento del dott. Sergio Tanzarella, professore all’università teologica dell’Italia Meridionale e alla Gregoriana a Roma.





VIOLENZA DI GENERE



Progetti di prevenzione e contrasto



E’stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n°284 del 6 dicembre 2007 l’avviso relativo al finanziamento di progetti finalizzati a rafforzare la prevenzione e contrastare la violenza di genere. Partenariati composti da (almeno due) enti pubblici e (almeno due) enti del privato sociale hanno tempo fino al 4 febbraio per presentare proposte relative alle suddette tematiche. I progetti devono avere valenza territoriale intercomunale, o comunale nei casi dei capoluoghi di provincia, e/o interprovinciale e/o interregionale e possono comprendere azioni dei seguenti tipi:
- rafforzamento delle capacità territoriali attraverso la condivisione di buone prassi riferite in particolare alla violenza in ambito familiare o affettivo;

- sviluppo e sperimentazione di metodologie atte a sostenere piani territoriali di prevenzione della violenza;

- sperimentazione di procedure relative al governo della rete di interventi e destinatari;

- attività di sensibilizzazione al problema attraverso giornate di studio e seminari di approfondimento;

- sperimentazione di procedure relative al monitoraggio e alla valutazione di programmi di tutela e protezione delle vittime.

Le domande vanno intestate a “Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per i diritti e le pari Opportunità Largo Chigi, 19 –00187- Roma e recare sulla busta la seguente dicitura: “Fondo Nazionale contro la violenza sessuale e di genere – Piano nazionale contro la violenza – anno 2007”- avviso pubblico per il finanziamento di progetti finalizzati a rafforzare la prevenzione e contrasto della violenza di genere.



GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA



Modalità per la presentazione di progetti di volontariato di cui all’articolo 10 della L.R. 8 febbraio 1993, n° 9



E’rivolto a tutte le associazioni di volontariato iscritte al Registro Regionale di cui alla legge regionale dell’8 febbraio del 1993 l’ormai annuale appuntamento con la presentazione dei progetti di volontariato (scadenza: 28 febbraio), così come previsto dalla suddetta legge e successive integrazioni. I progetti presentati concorreranno all’assegnazione dei contributi riservati a tale scopo in un apposito capitolo di spesa regionale . Le associazioni utilmente collocate nell’apposita graduatoria riceveranno comunicazione del contributo ricevuto. Le domande dovranno pervenire, previa compilazione dell’apposita modulistica entro le ore 13,00 del 28 febbraio al seguente indirizzo: “Giunta Regionale della Campania- settore Assistenza Sociale- Via Nuova Marina Palazzo Armieri 19/C – 80143 - Napoli.



FIABA



Bando per il finanziamento di progetti di utilità sociale





FIABA, Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche, ha indetto un bando finalizzato a finanziare progetti innovativi di utilità sociale volti all’abbattimento delle barriere architettoniche e culturali sul territorio italiano: tale bando attingerà ai fondi derivanti dalla Lotteria Nazionale “FIABA per un Vita Solidale”. La somma messa a bando per tale scopo è di € 100.000,00. Sono legittimati a presentare proposte tutti gli Enti senza scopo di lucro che svolgono attività coerenti con la missione di FIABA, qualunque sia la loro forma giuridica e regolarmente iscritte al Registro di appartenenza.

Non sono ammissibili, invece, le richieste di contributo presentate da:

- enti e organizzazioni non formalmente costituite davanti ad un notaio;

- enti e organizzazioni dai cui statuti risulti la possibilità di distribuire eventuali profitti derivanti dallo svolgimento dell’attività a soci, membri o amministratori, o la possibilità di destinare, allo scioglimento dell’entità, il patrimonio a finalità lucrative (fatta eccezione per le cooperative sociali nei limiti formali fissati dalla legge);

- partiti politici, organizzazioni sindacali, associazioni di categoria, soggetti che a vario titolo svolgono propaganda politica nonché attività in contrasto con la libertà e la dignità della persona;

- enti pubblici;

- singole persone fisiche.

Il co-finanziamento è ammesso per progetti non superiori ai € 20.000,00 (ventimila). FIABA co-finanzierà il 50% delle spese indicate a preventivo entro il limite massimo di € 10.000,00 (diecimila) per ciascun progetto.

Non è ammesso co-finanziamento per beni acquistati in data antecedente a quella di accettazione del documento di assegnazione del contributo.

I progetti dovranno pervenire, in forma cartacea ed elettronica, a FIABA, Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche, Via Achille Russo, 18 – 00134 Roma entro e non oltre le ore 18:00 del 10 marzo 2008, a mezzo raccomandata postale, corriere o a mano (dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 18.00).

Non sono ammessi fax e comunicazioni di posta elettronica. Farà fede la data di arrivo.

Le richieste saranno valutate da una Commissione appositamente nominata da FIABA che assegnerà i fondi ai progetti ritenuti migliori e che svolgerà l’incarico a titolo volontario.

La Commissione potrà richiedere agli Enti partecipanti eventuali ulteriori approfondimenti relativi alle richieste.





ASSISTENZA SOCIALE



Contributi al Terzo Settore per il "Dopo di noi"



Con decreto n. 910 del 17/12/2007, pubblicato sul Bollettino Ufficiale , il Settore Assistenza Sociale ha approvato l'avviso pubblico per la presentazione di domande inerenti l'erogazione di contributi volti alla realizzazione di nuove strutture residenziali per persone con disabilità grave prive del o con insufficiente sostegno familiare.

Il "Dopo di noi" rappresenta un'esigenza urgente e fondamentale al bisogno di protezione e al diritto di inclusione sociali di quei cittadini disabili rimasti senza il sostegno familiare e in condizioni di non autosufficienza. L'esperienza maturata in occasione del primo bando per il "Dopo di noi" - emanato nel 2002 con DGRC n. 3928 del 27 agosto e pubblicato sul Bollettino Ufficiale n. 42 del 09/09/2002 - ha permesso di introdurre elementi di novità per ciò che concerne, per esempio, l'ottimizzazione delle risorse economiche disponibili, l'integrazione delle strutture residenziali con la rete dei servizi territoriali (sociali, educativi, formativi, ecc.) esistenti e la sostenibilità, nel tempo, delle proposte progettuali. Oltre ai consueti soggetti del Terzo Settore (organismi non lucrativi di utilità sociale e della cooperazione sociale; organizzazioni di volontariato; associazioni ed enti di promozione sociale; fondazioni; enti di patronato ed altri soggetti privati), possono presentare proposte progettuali anche Associazioni Temporanee di Scopo (ATS) tra i soggetti precedentemente elencati ai quali possono aggiungersi anche uno o più soggetti pubblici. Sono ammissibili a contributo i progetti che prevedano l’apertura di nuove strutture residenziali, di piccole dimensioni ed a carattere familiare, rientranti nella tipologia “Gruppo-appartamento” disciplinata dal Regolamento regionale n. 6/06. Le voci di spesa ammissibili al contributo riguardano: l'acquisto, la ristrutturazione, la locazione di immobili necessari per l'apertura delle strutture; l'acquisto e la messa in opera degli impianti e delle attrezzature, compreso l'arredamento necessario per il funzionamento delle strutture di accoglienza; l'avvio e la prosecuzione, per un anno dall'apertura del servizio, delle attività assistenziali, di tutela e di sostegno da realizzare nelle strutture di accoglienza. In caso di acquisto o ristrutturazione, l’assegnazione del contributo è subordinata ad un vincolo di destinazione d’uso ventennale.Il contributo regionale non può essere superiore a € 350.000 per progetto mentre la proposta progettuale deve prevedere una compartecipazione finanziaria dell’organismo richiedente pari ad almeno il 10% del costo totale.La valutazione dei progetti da ammettere a contributo sarà effettuata da parte di un'apposita Commissione tenendo conto della loro rispondenza a vari indicatori tra cui: struttura utilizzata, gestione, collegamento con la rete territoriale, piano finanziario.Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi al responsabile del procedimento, dott.ssa Flora Savastano, Dirigente del Servizio Sesto del Settore Assistenza Sociale, Programmazione e Vigilanza nei Servizi Sociali – Centro Direzionale di Napoli Isola A6 – 6° piano – CAP 80143 Napoli – Tel 081.796.66.16/27 –

(28 gennaio 2008-12:42)

 
· Inoltre Interni / esteri
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Interni / esteri:
L'ESPRESSO (CON LO ZAMPINO DI SAVIANO) FA LE PULCI AL DEPUTATO COSENTINO

Punteggio medio: 5
Voti: 2


Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it