nCaserta Sette - informazione - news - attualità - cronaca - sport - turismo - musica e arte - reggia di caserta - giornalisti - giornalismop - attualità - omicidi - rapine - storia di caserta - per caserta - in caserta - con caserta


Privacy Policy / Cookies


IL TG ON LINE E' OFFERTO DA


GUARDA QUI LE VIDEONEWS


Follow Casertasette on Twitter

TV LIBERE: GIORNALISTI DI CASERTA A MATRIX


Il Blog di Prospero Cecere


UFFICI STAMPA TOP TEN A CASERTA (New Entry)

  
  Collabora con Noi
  Per Aziende ed Enti
  La tua vicenda qui
  Archivio Giornali
  Dischi Introvabili
  Servizi Emittenti Tv
  Spot & Doppiaggi
  Archivio Servizi Tg
  I tuoi ricordi in Dvd
  Musica-Party-Sfilate
  www.sannioturismo.com



  Archivio news
  Argomenti
  Cerca nel sito
  Invia una news
  Lista iscritti
  Messaggi privati
  News
  Recommend_Plus
  Sondaggi
************** LETTERE, OPINIONI E COMMENTI (234)**********


Arriva nelle librerie «Lui»: soft-porno di Catherine Spaak... «Ti darò tanto caz**»...
Libro shock per Catherine Spaak, donna affiscinante, raffinata ed elegante che sconvolge con il suo «Lui», edito da Mondadori. Anche a Caserta si è scatenata la curiosità fra lettori e appassionati dell'ex attrice e conduttrice tv di origine belga. Ecco alcuni passi...Ma li ha scritti proprio la Catherine che tutti conosciamo?
...«Ti darò tanto cazzo» mi ripeteva, come fosse il dono più importante che potesse farmi, quello che lo avrebbe reso grande...
...Gli piacevano gli stivali, i tacchi a spillo, i tanga, i bustini...scoprii un mondo insospettato e le calze autoreggenti col pizzo nero. Vivevo queste novità come un gioco innocente, senza turbamento. Ero troppo presa dall'ansia di piacergli per accorgermi che c'era qualcosa di vagamente inquietante nelle sue richieste. Poi mi chiese di inventare delle storie erotiche per lui; di volta in volta dovevo trasformarmi in massaggiatrice, giapponesina, infermiera, cameriera, prostituta o misteriosa vicina di casa...
...Se lo toccava in continuazione attraverso la tasca interna dei pantaloni, lo tirava fuori appena un po' rigonfio (l'estate non portava mutande) per mostrarmelo, lo accarezzava, lo vezzeggiava. Si masturbava per il piacere di vederlo ingrossarsi e poi ammirarlo. Lasciava la cintura della sua vestaglia lenta. in modo che si scostasse e che lo si potesse intravedere. Voleva che glielo toccassi mentre guidava o appena sveglio. Immaginava di raggiungermi nella toilette di un ristorante, farselo prendere in bocca in fretta temendo o desiderando di essere scoperto, di avermi carponi sotto la sua scrivania in ufficio e di farselo trastullare mentre, impassibile, ascoltava i suoi clienti...

(C7)

Iniziali e nomi per esteso degli arrestati: al Corriere di Caserta una questione di….convenienza. Trattato socio giornalistico sul caso «Cogne» accostato all’arresto di un bidello palpeggiatore
Informazione come la gomma masticante sul Corriere di Caserta: il quotidiano anche oggi, 2 dicembre, ha pubblicato nome e cognome per esteso del bidello che avrebbe palpeggiato un’alunna del quale erano state fornite solo le iniziali (V.P.) ma la giornalista, non contenta, ha insistito accostando addirittura il caso accaduto a Casagiove – udite, udite - con il delitto di «Cogne». Un lungo e farraginoso pseudo-trattato socio-giornalistico la cui attinenza, sia chiaro, per colpa nostra, non riusciamo a decifrare. Di contro, lo stesso quotidiano, pubblica oggi una notizia relativa all’arresto di due sfruttatori di prostitute i cui nomi e foto erano stati regolarmente diffusi. Il nome dell’arrestato, Alessandro Casapulla, viene pubblicato con le iniziali A.C. e senza foto. La signora brasiliana merita invece foto e nome per esteso. Due pesi e due misure. Stesso ragionamento sulla Gazzetta di Caserta. Ma scusate, se proprio vi volevate mettere d’accordo…perché non avete pubblicato anche solo le inziali della donna arrestata e senza foto? Questa sì che è discriminazione…(ma c’è sempre un motivo dietro…che tutti hanno capito)
(E-Velina)

Il cardinale Sepe al Corriere di Caserta e Cronache di Napoli
Il caridnale Crescenzio Sepe ha visitato il 1° dicembre la redazione (in comune) del Corriere di Caserta e Cronache di Napoli ubicata a Marcianise nel Polo calzaturiero. Lo ha ricevuto - informa un'agenzia - anche l'editore Maurizio Clemente (ma è sempre l'editore...?). "Un giornale deve collocarsi nella realtà locale perché è uno specchio dove ogni cittadino si rivede", ha detto ai giornalisti Sepe. Proprio il 1° dicembre, infatti, il quotidiano riportava nome e cognome - senza farsi problemi - di un bidello accusato di aver molestato sessualmente una tredicenne...Alto giornalismo...ma all'autrice non gli incendiarono l'auto una volta?
(E-Velina)

Arriva il clone di Saviano...per fortuna che c'hanno la camorra...
Sergio Nazzaro, di Mondragone (nella presentazione della sua opera c'è scritto che vive al Sud) clone di Roberto Saviano. Il suo libro si chiama «Per fortuna c'ho la camorra» e contesta il fatto che un clan a Sessa Aurunca si fosse adoperato per evitare lo spaccio di droga, vietando di fumare anche gli spinelli. Fisicamente, Nazzaro (nella foto giù) somiglia anche un po' a Saviano. Certo è che senza la camorra...cosa avrebbero scritto?... Ma la tragedia dei rifiuti, non interessa a nessun scrittore nostrano???...
(E-Velina)

Per la puntanta precedente clicca qui

 
· Inoltre Lettere in Redazione
· News di redazione


Articolo più letto relativo a Lettere in Redazione:
TERRORISMO: I CASERTANI NON FANNO MARCE PER MADRID. SI DISTINGUONO POCHE VOCI

Punteggio medio: 1
Voti: 1


Ti prego, aspetta un secondo e vota per questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Normale
Cattivo



 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

www.casertasette.it